Lauren Daigle

Un pò Adele e un pò Amy Winehouse. In particolare le note inziali del piano. Ma, a parte questo, non sono tanto le oltre 57 milioni di visualizzazioni ad interessarmi. Ciò che ha suscitato il mio interesse, sentendo casualmente il brano alla radio, è il fatto che la signorina in questione ha tentato, come tante … More Lauren Daigle

The HU

Questi vengono da lontano: Mongolia. Una sorta di folk-metal che ultimamente sta diventando di moda. A parte gli abiti, il panorama e l’acconciatura, spiccano i tipici strumenti locali e sopratutto il metodo di canto. Infatti, il canto di gola e molto marcato e profofondo, tanto da imprimere ai brani quella tipicità altrimenti mancante. Oltre a … More The HU

Dischi TOP 2018

Nonostante il poco tempo disponibile e l’assenza di mezzi tecnologici stile spotyfy o google play, sono riuscito comunque a stilare la mia personale compilation di album. Per alcuni ho fatto la recensione per altri no, ma sarò disponibile a spiegare, anche se non credo sia necessario visto quanto citato. Ho avuto la fortuna di equilibrare … More Dischi TOP 2018

Fluct – All The World is Green

Progetto fantastico formato dal duo Elena Tavernini e Giacomo Papetti. La prima alla voce e il secondo al basso. Sonorità minimaliste, ma non è questo l’interessante. I musicisti in questioni si sono presi la briga di reinterpretare nove brani di un certo Tom Waits. Si esatto, proprio il canzoniere funambolo con origini scozzesi-irlandesi-norvegesi che ha … More Fluct – All The World is Green

Charles Lloyd & The Marvels + Lucinda Williams – Vanished Gardens

Bene, partiamo da chi è Charles Lloyd. Simpatico 80nne (1938), sassofonista e flautista, stilisticamente ricorda Coltrane, ma la sua carriera inzia in realtà in ambito blues, con maestri del calibro di B.B. King. Solo dopo che lascio la band del Re inizio una lunga collaborazione con il gotha del jazz (Jarret, Adderley, Hancock, Carter). Non … More Charles Lloyd & The Marvels + Lucinda Williams – Vanished Gardens

Maldestro

Pseudonimo per Antonio Prestieri, classe 1985, 3° disco in uscita e un’apparazione a San Remo giovani. Cantaurore cresciuto a De Andrè, Gaber e Fossati, Napoli tatuato nel cuore e una originale visione del successo. Ritorniamo con questo artista a parlare di un tema che mi affascina: il cantautorato moderno. Spesso, infatti, sembra che ritorni vivo … More Maldestro