Arrangiamenti minimali: Bianca Bi – Invano Il Vento

Parliamo di arrangiamenti minimali, voce soffusa quasi narrante, delicata vibrazione delle corde e versi criptici che nascondono l’animo di colei che li ha portati alla luce.

Tutto inizia con un leggere rumore di acqua. Le onde ed il vento vengono descritte dall’arpeggio dolce e leggero della chitarra, unica compagna della voce.

Le parole si susseguono lente e cadenzate, con il sottofondo emergente che come un respiro aumenta e diminuisce al ritmo delle pause. Solo a tratti appare confuso ed indefinito per meglio rappresentare il momento fragile e sfuggevole cristallizzato dal brano.

Ma è la lieve sospensione a metà della canzone che genera tensione, seppure al limite della percezione, e viene subito smorzata dalla limitata estensione della melodia.

Riuscite nel loro delimitato contesto, le strofe fanno emergere la vena indipendente della musicista.

Si dice che il vero cantautore è colui che scrive le canzoni spinto non da motivi commerciali, ma da ispirazione poetica, musicale e creativa e che per definizione trattasi di creatura ibrida, la quale attinge sapienza da un’eredità storica di grande tradizione.

Ecco che allora questo brano racchiude i canoni descritti e necessari per vestire il mantello dell’originalità e dell’autenticità. Infatti, si manifesta sia nella musica che nelle parole la medesima firma che riesce a rende vero il detto secondo il quale solo chi canta le proprie canzoni ne è l’autentico interprete.

Chiave di volta, intesa come elemento reggente della struttura, è la semplicità. Questa caratteristica risulta essere sempre più rara. Non per niente, ”la semplicità è la cosa più difficile da ottenere a questo mondo; è l’estremo limite dell’esperienza e l’ultimo sforzo del genio” (Sand).

Forse non siamo ancora a livelli irripetibili, ma c’è da scommettere e sperare che l’ispirazione torni per deliziarci con il proseguo di questo racconto, iniziato come una voce fuori campo.

Annunci

2 risposte a "Arrangiamenti minimali: Bianca Bi – Invano Il Vento"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...